Tu sei qui

L'istituto

L'Istituto Comprensivo Statale 'Luigi Chiesa'

E' stato istituito il 1 settembre 2012, a seguito della nuova proposta di Piano Provinciale dell'Offerta Formativa predisposto dall'ente provincia di Cremona e deliberato dalla Giunta Regionale della Lombardia, e comprende tutte le scuole statali dell'Infanzia, Primarie e Secondarie di 1° dei comuni di Spino d'Adda e di Dovera.

Nel comune di Spino d'Adda abbiamo:

  • Scuola dell'Infanzia sita in via G. Ungaretti, 42 - sono attive 8 sezioni.
  • Scuola Primaria "R. De Carlo" sita in viale Vittoria, 55 - sono attive 15 classi.
  • Scuola Secondaria di 1° "L. Chiesa" sita in via G. Ungaretti, 38 - sono attive 8 classi.

Nel comune di Dovera abbiamo:

  • Scuola dell'Infanzia sita in via A. Barni, 17 (Roncadello) - è attiva 1 sezione.
  • Scuola Primaria "A. Barni" sita in via Oldrini, 8 (Dovera) - sono attive 5 classi.
  • Scuola Primaria "A. Negri" sita in via G. Garibaldi, 26 (Postino) - sono attive 5 classi
  • Scuola Secondaria di 1° "G. Marconi" sita in via Europa, 34 (Dovera) - sono attive 4 classi

(I dati relativi alle classi/sezioni si riferiscono all'a.s. 2015/16)

La sede della Dirigenza e della Segreteria è la Scuola Secondaria di 1° "Luigi Chiesa" di Spino d'Adda.

L'Istituto Comprensivo si insedia sui territori comunali di Spino d'Adda e di Dovera, entrambi inseriti nella diocesi di Lodi e nella vicaria di Spino d'Adda, la popolazione complessiva dei due comuni è di 10.964 abitanti (fonte ISTAT 2010) mentre la popolazione scolastica dell'Istituto è di 1011 alunni (a.s. 2015/16).

L'Istituto è, ad oggi, intitolato a Luigi Chiesa giovane adolescente che il 27 aprile 1945 la ferocia nazista uccise per rappresaglia. Luigi è per tutti gli studenti dell'istituto comprensivo “simbolo perenne di libertà e pace" .  

Nato a Spino d'Adda l'8 febbraio 1929 nella Cascina Fornace, era un tranquillo ragazzo, studiava e lavorava come contadino con lo slancio e l'entusiasmo in un adolescente. Aveva frequentato solo la scuola elementare, perchè la sua famiglia non aveva molti mezzi per permettergli di continuare gli studi, inoltre la scuola media non era ancora obbligatoria. Sentiva la guerra come un fatto lontano, estraneo, fino a quando...
“Primissime ore del pomeriggio del 27 aprile 1945. Una lunghissima colonna di tedeschi, formata da numerosi automezzi pesanti, da carri armati, proveniente dalle località di Paullo e Zelo Buon Persico, giunge a Spino d'Adda. Nella periferia del paese, in località Isola Paolina, viene attaccata da alcuni patrioti inconsapevoli delle forze preponderanti che hanno di fronte. Negli altri paesi, la colonna era transitata senza blocchi nè spari. Nel conflitto a fuoco, un militare viene ucciso. Immediatamente ha inizio una vera caccia agli abitanti alla ricerca dei partigiani e soprattutto di quelli che avevano sparato. La famiglia Chiesa, che abitava alla Cascina Bassa, si rifugia in casa; i tedeschi arrivano e li costringono ad uscire. Luigi, spaventato, tenta di scappare, fuggendo verso i campi, ma è raggiunto dai proiettili sparati da un soldato: muore all'età di sedici anni. Durante questa rappresaglia sono trucidate altre nove persone".

 da “Un tragico pomeriggio di Storia” di Gianfranco Bruschi

 

 

Il 27 aprile 2015, nel settantesimo anniversario dell'Eccidio di Spino d'Adda, gli alunni e i docenti della Scuola Media di Spino d'Adda, gli alunni delle classi terze medie di Dovera, con i loro docenti, Il Dirigente Scolastico insieme all'Amministrazione Comunale di Spino d'Adda hanno organizzato, per le vie del Paese e al Cinema Vittoria, un momento di ricordo e di riattualizzazione dei tragici fatti accaduti 70 anni fa, affinché la memoria aiuti i giovani (e noi tutti) a non ripetere gli errori del passato. A conclusione dell'evento è stata affissa una nuova frase "Al nostro fianco, in un banco nascosto. Maestro e compagno nel viaggio della vita" sotto la lapide commemorrativa all'ingresso della Scuola Media di Spino d'Adda.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.